"L'esercito al nord getta le fondamenta per la violenza" il ministro Tamil alla festa del Pongal

on .

 
Il pongal, la festa del raccolto, è un evento molto importante per la popolazione Tamil, che segna l'inizio del nuovo anno del calendario tradizionale. All'evento organizzato in Jaffna dal Governo dello Sri Lanka, il ministro della provincia settentrionale Wigneswaran ha denunciato l'occupazione militare in corso, e lo stato di oppressione che i Tamil stanno vivendo nella loro terra a causa del Governo dello Sri Lanka. 
La presenza militare in corso e l'occupazione della provincia settentrionale da sei anni dopo la fine del conflitto armato pone le basi per la violenza, ha detto il primo ministro della provincia settentrionale.
"Il fatto che circa 150000 uomini armati appartenenti ad un esercito di occupazione nella provincia settentrionale da sei lunghi anni dopo la fine della guerra pone necessariamente le fondamenta per la violenza", ha aggiunto Wigneswaran.
"[I militari] hanno preso le nostre terre, i nostri mezzi di sussistenza, le nostre imprese, le nostre risorse e sono una minaccia per il benessere delle nostre vedove di guerra e di molti altri."
"Siamo noi in uno stato mentale per celebrare il Pongal?" ha chiesto Wigneswaran al pubblico, che includeva il primo ministro del governo dello Sri Lanka, Ranil Wickremesinghe, ed il ministro degli Affari Esteri per l'Asia meridionale del Regno Unito, Hugo Swire, attualmente in visita l'isola.

Il ministro della provincia settentrionale ha inoltre denunciato la legge draconiana PTA (Prevention of Terrorism Act) che non permette la popolazione Tamil a esercitare i propri diritti e libertà fondamentali. 

Indicando i recenti rapporti sui campi di tortura e il numero di scomparsi dopo anni di detenzione, Wigneswaran ha detto che questi dati rappresentano !la mancanza di responsabilità e trasparenza" dell'attuale Governo. 

Inoltre il ministro ha denunciato le continue interferenze da parte del Governo dello Sri Lanka nei progetti del Consiglio provinciale e di come il suo sviluppo è rallentato dalla capitale Colombo.

Per leggere il discorso integrale cliccare qui.