I prigionieri politici sono sottoposti ad errori giudiziari

on .

Gli amici e i parenti dei prigionieri Tamil di guerra ed i prigionieri politici hanno manifestato mercoledì mattina presso la stazione degli autobus di Jaffna per esprimere la loro solidarietà nei confronti  dello sciopero della fame indetto dai detenuti politici del carcere "New Magazine" di Colombo.



Alla protesta erano presenti anche due ex prigionieri Tamil recentemente rilasciati e uno di loro, Komahan Murugiah 32-enne ex membro del consiglio comunale di Jaffna, ha tenuto un discorso emozionante in cui dichiara che tutti i detenuti Tamil che erano rinchiusi con lui sono stati ingiustamente condannati sulla base di confessioni forzate prese in passato.

Komahan è stato arrestato il 23 agosto 2010 ed è stato rilasciato dopo una lunga lotta giudiziaria il 29 febbraio 2016. Era stato condannato in seguito ad una confessione forzata scritta in lingua cingalese. Ben accolto da tutti i manifestanti, Komahan ha esortato tutti i Tamil del mondo a combattere uniti per la liberazione dei prigionieri politici e di guerra Tamil.

 
Nonostante il peggioramento delle condizioni di salute, 14 prigionieri politici continuano il loro sciopero della fame per l'ottavo giorno consecutivo nel carcere di "New Magazine" a Colombo.

Padre SVB Mangalarajah, presidente della Commissione Giustizia e Pace e della Diocesi Cattolica di Jaffna, ha incontrato i manifestanti e ha detto ai media che è importante lottare per la liberazione di tutti prigionieri politici. Il loro rilascio non può essere più rimandato con scuse. Inoltre ha aggiunto che tutti i prigionieri Tamil di guerra devono essere rilasciati attraverso un'amnistia comune basata su  principi decisionali da parte dello Stato dello Sri Lanka.