Manifestanti a Jaffna chiedono aiuto alla Comunità Internazionale, appello anche alle nuove generazioni tamil della diaspora

on .

Come gesto di solidarietà, martedì il partito TNPF (Tamil National People's Front) ha organizzato a Jaffna una manifestazione per condannare gli attacchi indiscriminati sugli studenti (clicca qui per ulteriori dettagli) e gli arresti dei loro leader (clicca qui per ulteriori dettagli). 
I manifestanti hanno richiesto alla comunità internazionale di riconoscere immediatamente la nazione tamil, la propria sovranità territoriale e il diritto all'autodeterminazione. Riconoscimenti che assicurerebbero la sicurezza e i diritti democratici al popolo tamil. Mettendo in discussione l'affidabilità della Comunità Internazionale, i manifestanti si sono appellati ai giovani tamil della diaspora e del Tamil Nadu di cercare a portare avanti la questione tamil all'interno del contesto internazionale.



La manifestazione ha avvenuto luogo di fronte alla stazione centrale degli autobus di Jaffna.

A fianco dei leader del TNPF (Tamil National People\'s Front) Gajendrakumar Ponnambalam e Kajendran, hanno partecipato alla manifestazione anche i parlamentari Mavai Senadhirajah, Suresh Premachandran, E.Saravanabhavan e Sridharan del TNA (Tamil National Alliance), e il membro del consiglio comunale di Colombo Baskaran.
 

In seguito un breve estratto della lettera di richiesta alla comunità internazionale:

"L\'università di Jaffna è istituzione essenziale nella lotta dei tamil nell\'isola. L\'oppressione del governo dello Sri Lanka nel dopoguerra punta all\'annientamento della nazione tamil all\'interno dell\'isola.

La Comunità Internazionale deve comprenderlo. La Comunità Internazionale si è sempre tenuta distante dalla comunità tamil, e non ha mai contribuito in maniera significativa a risolvere il loro problema nella loro terra. Mantenne il silenzio durante la guerra. Mettendo in discussione l\'affidabilità della Comunità Internazionale ci appelliamo anche ai giovani tamil della diaspora e del Tamil Nadu per continuare a sostenere la naziona tamil nella loro lotta e attirare così l\'attenzione nel contesto internazionale."



Le richieste dei manifestanti:

-Garantire ai tamil il diritto di commemorare i propri morti;

-Garantire la sicurezza degli studenti tamil, e in particolare assicurare a loro uno spazio politico in cui possano esprimersi;

-Assicurare che la democrazia venga implementata nei territori tamil;

E infine per poter garantire e assicurare le richieste citate sopra c\'è la necessita di riconoscere la nazione, il territorio e il diritto di auto-determinazione del popolo tamil.

{youtube}AcYNaSOiE38">

La manifestazione ha avvenuto luogo di fronte alla stazione centrale degli autobus di Jaffna.

A fianco dei leader del TNPF (Tamil National People\'s Front) Gajendrakumar Ponnambalam e Kajendran, hanno partecipato alla manifestazione anche i parlamentari Mavai Senadhirajah, Suresh Premachandran, E.Saravanabhavan e Sridharan del TNA (Tamil National Alliance), e il membro del consiglio comunale di Colombo Baskaran.
 

In seguito un breve estratto della lettera di richiesta alla comunità internazionale:

"L\'università di Jaffna è istituzione essenziale nella lotta dei tamil nell\'isola. L\'oppressione del governo dello Sri Lanka nel dopoguerra punta all\'annientamento della nazione tamil all\'interno dell\'isola.

La Comunità Internazionale deve comprenderlo. La Comunità Internazionale si è sempre tenuta distante dalla comunità tamil, e non ha mai contribuito in maniera significativa a risolvere il loro problema nella loro terra. Mantenne il silenzio durante la guerra. Mettendo in discussione l\'affidabilità della Comunità Internazionale ci appelliamo anche ai giovani tamil della diaspora e del Tamil Nadu per continuare a sostenere la naziona tamil nella loro lotta e attirare così l\'attenzione nel contesto internazionale."



Le richieste dei manifestanti:

-Garantire ai tamil il diritto di commemorare i propri morti;

-Garantire la sicurezza degli studenti tamil, e in particolare assicurare a loro uno spazio politico in cui possano esprimersi;

-Assicurare che la democrazia venga implementata nei territori tamil;

E infine per poter garantire e assicurare le richieste citate sopra c\'è la necessita di riconoscere la nazione, il territorio e il diritto di auto-determinazione del popolo tamil.

{youtube}AcYNaSOiE38" type="application/x-shockwave-flash" allowfullscreen="true" width="425" height="344">



Alla manifestazione organizzata dal TNPF hanno partecipato:

-Il partito TNA (Tamil National Alliance);

-L'associazione dei docenti universitari (University Teachers Association);

-Unione degli studenti (University Students Union);

-Camera di Commercio di Jaffna (Jaffna Chamber of Commerce);

-Associazione Medica (Medical Association);

-Associazione degli avvocati (Lawyers Association)

e altre organizzazione della società civile.