Print

Commemorazione a Bologna per gli attivisti tamil

Mercoledì 27 Febbraio è spirato, a Londra, Dott. Namasivayam Sathiyamoorthy (N.S.Moorthy), una persona fondamentale per le associazioni umanitarie tamil TRO (Tamil Rehabilitation Organization) e VenPura (Colomba). Le due associazioni hanno aiutato la popolazione tamil durante gli anni di guerra, dando rifugio e assistenza a centinaia di migliaia di sfollati.  Laddove il governo si rifiutava di offrire aiuti umanitari alle persone colpite, queste due associazioni hanno dato la speranza di sopravvivere a queste persone. 
La sua scomparsa è stato un grande lutto per la popolazione tamil, tanto che lo ha rinominato "Maamanithar", ovvero "Grande uomo".
Ieri, 10 marzo, si è effettuata la commemorazione a Bologna, nella scuola tamil a San Donato. Insieme al dott. Moorthy si è commemorata anche la morte di Mani, 41-enne del Tamil Nadu, che si è dato fuoco il 4 marzo in concomitanza della riunione del consiglio dei Diritti Umani a Ginevra, immolandosi per la causa del popolo Eelam Tamil.

Alla commemorazione ha partecipato anche l'associazione Giovani Tamil.

Print

Partecipazione a "La Giornata dei Migranti"

L'associazione Giovani Tamil della sezione di Palermo ha partecipato a "La giornata dei Migranti", assieme alle altre associazioni palermitane  che si occupano dei temi delicati di integrazione, multiculturalità e diritti degli immigrati.
I membri dell'associazione Giovani Tamil hanno fatto conoscere le attività dell'associazione ai partecipanti e hanno inoltre effettuato attività di volantinaggio per far conoscere la triste realtà del popolo Eelam tamil vittima di una politica genocida che si protrae da 65 anni nell'isola dello Sri Lanka da parte delle forze governative. La scuola di danza "Maalathy Kalai Palli" si è esibita in alcune performance di Barathiya Nadiyam, uno stile di ballo tipico della cultura tamil. Sottolineiamo l'intervento dell'assessore comunale Giusto Catania, che soddisfatto dell'impegno delle varie comunità, ha ringraziato le associazioni partecipanti.
Print

Studenti dell'ateneo di Palermo a contatto con la "Questione del popolo tamil"

Si è Concluso il ciclo di seminari "Cooperazione e Diritti umani" organizzato dall'associazione Giovani Tamil, l'associazione studentesca  Rete Universitaria Nazionale e l'associazione Human Rights Youth Organization. Tale ciclo ha coinvolto gli studenti frequentanti  le facoltà  di scienze della formazione, economia, lettere e filosofia e giurisprudenza i quali, durante  ogni singola giornata,  hanno conosciuto delle questioni inerenti alle violazioni dei diritti umani in diverse regioni del mondo, tra cui la Questione del popolo Tamil in Sri Lanka e quella del Popolo
Tibetano. 

Print

Attività di volantinaggio a Palermo per divulgare e condannare i 65 anni di politica genocida perpetrata dal governo dello Sri Lanka nei confronti dei Eelam Tamil



La sezione di Palermo dell'associazione Giovani Tamil in collaborazione con Il Consiglio dei Eelam Tamil in Italia, ha effettuato in concomitanza del 65°anniversario dell’indipendenza dello Sri Lanka, attività di volantinaggio per divulgare alla cittadinanza palermitana le tristi realtà della popolazione tamil la quale sta subendo una politica genocida perpetrata dal governo dello Sri Lanka. La patria dei tamil, il Tamil Eelam, e` occupata militarmente, la popolazione oltre a subire violenze ed abusi si vede cancellare le proprie radici culturali, linguistiche, sociali e religiose. Oggi la comunità internazionale dopo tanti anni di silenzio, sta cercando di avviare dei meccanismi per condannare i fautori dei crimini di guerra e crimini contro l'umanità anche se quest'ultima sembra essere debole dinanzi alle numerose  violazioni dei diritti umani che si stanno protraendo quotidianamente nel nord - est  di tale isola.A causa della forte censura in Sri Lanka, noi tamil all’estero siamo gli unici a poter divulgare le verità e le sofferenze di un popolo spesso dimenticato dai media. Richiediamo che vengano effettuate delle indagini internazionali ed indipendenti sui crimini di guerra e crimini contro l'umanità commessi dal governo dello Sri Lanka e che si possa  garantire la giustizia al popolo tamil tramite il riconoscimento  della sovranità della nazione del Tamil Eelam.

Associazione Giovani Tamil 
Sezione di Palermo

Print

Settimana di solidarietà nei confronti degli studenti tamil di Jaffna

La sezione Sicilia dell'associazione Giovani Tamil ha svolto numerose attività per sensibilizzare l'opinione pubblica sugli attacchi indiscriminati avvenuti contro gli studenti universitari tamil di Jaffna che sono stati vittime di violenze e di arresti indiscriminati da parte della polizia dello Sri Lanka lo scorso 28 novembre.
- Martedì  4 dicembre è stata consegnata una Lettera all'assessore per l'istruzione del Comune di Palermo Barbara Evola,
- Mercoledì 5 dicembre è stata consegnata una Lettera all'assessore  per l'istruzione  della Provincia di Palermo Paolo Porzio e si è svolta nel pomeriggio una assemblea all'interno dell'aula consiliare della facoltà di ingegneria dell'università di Palermo con la collaborazione delle associazioni Unione degli universitari (UDU) e Cooperazione senza frontiere (CSF).
- Domenica 9 Dicembre, l'associazione Giovani Tamil ha partecipato a una giornata organizzata dalla human rights youth organization in cui sono state invitate alcune associazioni operanti a Palermo in diversi settori (immigrazione, diritti umani, ecc.) presso il centro malaussène di Palermo in concomitanza del 64 anniversario della dichiarazione universale dei diritti umani. Sono state presentate le attività della nostra associazione ed è stato espresso un messaggio di condanna per quanto riguarda la repressione forzata nei confronti degli studenti tamil sensibilizzando e attirando l'attenzione dei presenti i quali hanno espresso la loro solidarietà nei confronti delle sofferenze quotidiane a cui incombe il popolo tamil.